Tra marito e amante: io chi e dove sono?

Una lettera di un’amica lettrice mi porta a fare alcune considerazioni tra l’amarsi, come punto di partenza e fulcro del nostro essere, e il lasciarsi travolgere da sentimenti, fatti e situazioni al di fuori di noi stessi.

E’ capitato a tutti, e sempre capiterà, è l’opportunità per una grande lezione: la creazione di un proprio centro di gravità permanente che non ci faccia sballottare dalla nostra mente che si perde nel dirige un’orchestra senza nessun maestro. Il maestro siamo noi che passo dopo passo dobbiamo accordare (dare al cuore) la sinfonia più adeguata nella piena realizzazione dell’armonia più sublime: essere felici sempre e comunque.

Cara Silvia sono arrivata ad un punto di ”confusione”…è vero, che non pratico costantemente Ho-oponopono forse per questo, mi sono ”infilata” nei ”guai”!!
Leggendo i vostri post, e spaziando anche in altre cose, inerenti la crescita spirituale mi è sorto un altro interrogativo, o forse appunto mi trovo davanti a qualcosa che non riesco a ”decifrare”…

Da quello che ho ”compreso” fino adesso, ma spaziando appunto tra un post e l’altro leggo anche di situazioni ”difficili” da sostenere, e che,ad esempio, faccio riferimento a un commento di una cantante, proprio su un tuo post che parla di un uomo, di cui lei era presa, ma quest’uomo non faceva altro che parlare di un’altra persona, alla fine lei si è stufata e lo ha mandato a ”benedire”…”quando ci vuole ci vuole”….


Ma al contempo, privi di giudizio, capire, comprendere pronti al perdono ma soprattutto appunto l’assenza di giudizio.
E qui,forse mi sento un pò ”persa” cioè concordo con l’assenza di giudizio ma ora non distinguo più il ”limite” tra quello che è ”accettabile” o meno, per un essere umano.

Ho capito,che quello che conta è essere ”in linea con se stessi” e di conseguenza lo si è anche con l’Universo ma quando si è ”investiti” da un sentimento diventa più di complicata gestione fino a che punto accettare?

O è ”giusto” scendere a ”compromessi” perdonare e accettare l’altro a priori per quello che accettando il ”comunque” si comporta con noi?
La mia situazione, ormai la conosci, dentro di me sò cosa voglio, sono consapevole ma non mancano le paure, i rimorsi e i sensi di colpa (lo so che non servono a niente).

Con Ho-oponopono ho avuto il ”coraggio” di fare anche certi passi e sentirmi ”meglio” ma forse manco di ”costanza” e a volte di ”fiducia” voi siete splendidi, raggianti e trasmettete tanta solarità delle volte ho salito quella cima ma poi, delle circostanze, da cui ancora ”non mi libero” mi fanno ”ricadere”.

Il rapporto con mio marito è diventato ”amicale” ma solo da parte mia, lui vorrebbe che io gli andassi ”incontro” in altra maniera io non me la sento non sò come sentirmi in relazione a questo. Lui da parte sua, giustamente, mi ha detto di non riuscire più a starmi vicino, per cui vorrebbe andarsene ma la situazione economica al momento non ce lo consente.

Io ho ancora le mie paure legate alle ”stampelle” quando pensi che da solo non sei in grado di ”camminare”…e ti appoggi all’altro è anche vero che contestualmente si ha comunque ”bisogno” di un aiuto e finanziario e di gestione familiare in tutto. Ho il ”pensiero” delle mie bimbe, di non essere in grado da sola di occuparmi di loro e delle ”insicurezze” che mio marito stesso mi menziona.

Dall’altro canto, lo chiamo col suo nome ho un amante ma anche con lui non c’è una ”regolarità” o meglio questa persona, con cui appago il lato sentimentale e sessuale che comunque continuamente mi cambia versione delle cose.

Abbiamo sfiorato la ”realizzazione” quello in cui, anche io speravo uscire alla luce del sole, e andare a vivere sotto lo stesso tetto, non per ”mettere le catene” ma per vivere una relazione alla luce del sole, senza le paure di essere visti, e così via.

Ma poi, qualcosa si è ”bloccato” ho iniziato ad avere paura anche qui sono stata invasa dai dubbi perchè comunque questa persona non mi dà ”sicurezza” ”garanzie” ma non di un contratto a vita, non di una sicurezza di un amore senza fine.

”Senza giudizio” lui appare immaturo, ancora giocarella, si appaga di sentirsi piacente, si dichiara pure infedele.
Capisco che non vuole ”’legami” a questo punto, però io purtroppo me ne sono ”innamorata” e in ogni caso, me ne sento attratta molto fisicamente. Ma ogni volta mi propina gelosie e infedeltà ma quello che davvero mi rende più ”difficile” il capire è proprio riferito ai ”segni”. Ogni qualvolta che chiedo all’Universo, inerente questa storia i ”segni” che ho sono ”di buon auspicio” ma a questo punto mi domando? Forse non sono in grado di discernere? O di interpretarli veramente…

Io sto cercando di essere felice, e di non farmi ”coinvolgere” da quello che mi turba ma quando ripetutamente una persona ha con te atteggiamenti contraddittori (mi ha detto di amarmi, ma che è infedele…). Il giorno prima, mi dice che non vede l’ora di fare l’amore con me il giorno che mi vede riparte con le… vorrei chiamarle in altro modo… ma non mi sembra educato….ma credo tu abbia capito!

Ho letto, e ora lo rifarò, il post in cui parli della sincronicità ma, appunto, questi segni che chiedo, lo faccio inerenti all’uomo di cui mi sono innamorata e per me sono un riscontro positivo ma se lui però continua a darmi messaggi contraddittori… sono io che non capisco?

Un’altra mia ”curiosità” è sulla questione ”anima” sempre viaggiando nel web, ho sentito dire e letto, di alcune persone che asseriscono, che se non realizziamo quello che l’anima veramente vuole, non c’è legge dell’attrazione che tenga e nemmeno i ”mantra” aiuterebbero in questo, tu che ne pensi?

Io penso che la FEDE possa smuovere davvero le montagne e dal libro, (il primo) ma non l’ho finito di leggere, in riferimento a questo discorso, lo scrittore asserisce che l’anima non prenderà comunque mai il ”sopravvento” lasciando liberi nelle decisioni.

Daniela

Daniela cercherò di essere breve e crudele :) abbiamo già affrontato più volte di questa situazione in stallo da molto tempo, troppo. Intanto esordisci con “è vero, che non pratico costantemente Ho-oponopono” e a fine lettera scrivi: “(…) e dal libro, (il primo) ma non l’ho finito di leggere (…)”.

Ma secondo te chi si deve prendere la responsabilità del TUO percorso e della tua vita? Della tua gioia e della tua pace? Tuo marito, l’amante, io…?

Il tuo nick, che non riporto, rappresenta il modo con cui guardi ed esisti il mondo (e non è un caso): timorosa, fragile, disneyana, bisognosa di cure e protezione.

Sei in continuo e pieno marasma con oasi di pace in mezzo a milioni di pensieri e congetture. Tu vuoi tutto, ma vuoi che tutti ti diano tutto quello che ti serve, o ti sembra ti serva per “essere felice”, e realizzare la tua missione di nascita. Intanto una considerazione è che “la missione di nascita” è personale, la devi cercare tu in te stessa e mettere in atto. Gli altri sono specchi, collaboratori e mezzi per arrivarci, possibilmente tramite l’amore che è molto più vasto, possibilista e generoso di quello che pensiamo o speriamo.

Riguardo i “segni”… Se sono “veri” sono fluidi e portano con facilità a destinazione, ma non dove noi vogliamo arrivare (aspettative). Ho amiche che si fanno fare le carte e cambiano divinatore finchè non hanno il risultato che vogliono a cui si attaccano come piovre oppure guardano le “coincidenze” solo dal lato favorevole alle loro speranze e (quando ci sono aspettative) questo modo di agire permette loro di rimanere a crogiolarsi nella propria ossessione senza prendersi il 100% della responsabilità di se stesse.

Tu hai letto “Amore da conquistare e conquistare” dove mi apro a costo di scorticarmi, e sai di cosa parlo, e stai facendo un percorso di crescita ma finchè non metti prima te, e non quello che pensi di volere, attrarrai solo frustrazione, confusione e nodi da sciogliere. Che sono tue creazioni perchè li riannodi tu, giorno dopo giorno, per non fluire verso e con l’Amore per te.

Dici: “Ho capito, che quello che conta è essere ”in linea con se stessi” e di conseguenza lo si è anche con l’Universo ma quando si è ”investiti” da un sentimento diventa più di complicata gestione fino a che punto accettare?” Dico io: “investiti?”. Ma tu dove sei? A fare da bersaglio a ciò che non vorresti?
E scrivi anche anche “(…) perchè cmq questa persona (il tuo amante) non mi dà ”sicurezza” ”garanzie” ma non di un contratto a vita, non di una sicurezza di un amore senza fine” (io dico: ???)

Daniela la tua certezza, il tuo centro, la tua meta, il tuo Amore sei sempre e comunque TU! La Pace comincia da Te, come tutto il resto. Concludendo: decidi tu come vuoi stare e non cosa devono, dovrebbero fare gli altri per “assicurarti” una buona vita.
So che capisci il come e il perchè delle mie parole.

Ti abbraccio forte e ti auguro sempre il meglio.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

26 risposte a Tra marito e amante: io chi e dove sono?

  • daniela scrive:

    Grazie innanzitutto Silvia!…bhè…è ”emozionante” …è il modo in cui mi sono sentita,vedendo che hai portato come ”esempio” la mia mail……io che posso aggiungere?…hai detto tutto te! :) …però ecco,una cosa non la faccio…non penso affatto che i ”segni” debbano andare nella direzione che a me ”sta bene” altrimenti non avrebbe senso,al contrario sto cercando di discernerli…io voglio il meglio per me…non ”illudermi” da sola…ok..”ricetta felicità” !!…per quanto riguarda il nick…quello nn l’ho scelto io….all’epoca,una mia amica,io non riuscivo ad aprire l’account…e lei lo fece per me,mettendo di sua iniziativa quel nick…certo a me piacque!….ma lei mi chiamava sempre così…era il modo in cui mi vedeva…a questo punto mi rifletteva quello che io ero! certo!….

    Ok..praticamente io non mi amo abbastanza…
    belle le immagini che hai scelto…

    a volte,forse fatico ad interpretare il mio stesso riflesso…
    Grazie Silvia!

  • Cinzia N. scrive:

    Bella risposta e sai cosa mi piace? Che prima di leggerla avevo pensato la stessa cosa, nn è facile ma è troppo vero: finchè nn ti prendi la piena e consapevole responsabilità di tutto ciò che ti ruota attorno senza aspettative non si potrà sciogliere nessun nodo che ci impedisce la pace….ancora grazie Silvia!

  • luisa scrive:

    Quando si comincia ad amarsi davvero si scopre come per incanto che è proprio la cosa più importante ,il motore per realizzare noi stessi,i nostri sogni, la vita che vogliamo.spesso si cade perchè l’esperimento umano prende il sopravvento ma grazie a Dio abbiamo il nostro meraviglioso strumento “ti amo grazie mi dispiace perdonami” ,così con costanza e assiduità si ritrova piano piano il posto “giusto”.Credo che il punto di forza,almeno per me,sia la consapevolezza di essere in un percorso,e che siccome siamo amati sia il viaggio che tutte le mete siano sempre il meglio per noi.

  • Manuela scrive:

    Nel momento in cui ho trovato il mio centro, nel momento in cui ho ritrovato me stessa è arrivato anche l’amore quello che dà senza chiedere, l’amore che vuole condividere, l’amore che sa apprezzare la tua anima…forse perchè finalmente avevo inziato ad agire come se fossi Amore :)
    Questi due uomini (amante e marito) sono un chiaro riflesso di ciò che si agita nel tuo cuore Daniela….sono il tuo specchio…molla tutto (le tue angosce, le tue paure, le tue ansie, i tuoi bisogni) ed inizia a proiettarti su te stessa.Se non ti ami come può il tuo amante amarti come tu vorresti? è facile…non c’è molto da capire.
    Un abbraccio!

    • silvia paola scrive:

      Manuela dici “Nel momento in cui ho trovato il mio centro, nel momento in cui ho ritrovato me stessa è arrivato anche l’amore quello che dà senza chiedere, l’amore che vuole condividere, l’amore che sa apprezzare la tua anima…forse perchè finalmente avevo inziato ad agire come se fossi Amore”.

      Posso solo dire “anche a me è accaduto così… e anche a tutti così accadrà!” Buon Tutto cara, a presto :-)

    • daniela scrive:

      @Manuela….scusami se rispondo solo ora…ma solo ora leggo…a volte,sono così presa da tutti gli argomenti,che seguire il tutto non è sempre possibile,e mi sono evidentemente ”persa” le notifiche…ti ringrazio di cuore Manuela…è molto bello quanto scrivi….Grazie ancora davvero! :)

  • cinzia bacchini scrive:

    grazie, grazie….infinitamente grazie ! :)

  • Loredana scrive:

    Il giorno che Daniela riuscirà a vedere la perfezione e la bellezza della sua anima…..vedrà la perfezione e la bellezza nella sua vita, intorno a lei, nel suo mondo, nel suo cuore. Spariranno tutti i dubbi, tutti i bisogni, tutte le paure di non farcela, tutti i “non so cosa fare in questa situazione…ho tanti probelmi da risolvere”. Io, alcuni anni fa, percepivo la catena himalayana davanti a me, non sapevo da quale parte iniziare a scalarla….ero immobile, terrorizzata, aspettavo che arrivasse un “salvatore” che mi desse una mano. Ma il “salvatore” non arrivò mai perchè…..era già dentro di me….quando ne fui consapevole….iniziai la mia scalata. Gli unici sherpa che mi hanno aiutata in quest’impresa titanica sono stati pochi amici veri, alcuni in carne ed ossa, altri, molto più importanti…la fiducia che ce l’avrei fatta, la costanza, la determinazione ferrea, l’obiettivo della mia libertà, della riconquista della mia dignità di donna. In bocca al lupo Daniela, non so se alla data di oggi 12 agosto 2013 la tua situazione sia migliorata….ti auguro sia così e se così ancora non è…..cosa stai aspettando a scalare la tua Himalaya?

  • simonetta scrive:

    Io nnon credo molto nei consigli o nelle interpretazioni personali, ma ognuno di noi ha le sue dinamiche ed è unico. SSicuramente questa situazione ti serve ad imparare a volerti più bene e a volte per fare questo ho imparato a vivere distaccata dai miei problemi. Così facendo vedo arrivare piccole soluzioniogni giorno In pratica mi alleno a far uscire i pensieri più dal cuore che dalla mente.

  • Renzo scrive:

    Il matrimonio è una istituzione fondamentale per realizzare e perpetuare la condizione di subalternità delle donne agli uomini, per limitare e controllare la sessualità delle spose, per mettere un grande freno all’energia vitale delle donne. E’ uno strumento fondamentale per mantenere questa subalternità, ahinoi… Purtroppo, la stragrande maggioranza delle donne non arriva a comprendere questa subdola schiavitù…

  • Oriana Leonella scrive:

    Grazie Daniela per averci dato questa opportunità di pulire memorie condivise. Grazie Grazie Grazie. Non commento la tua mail, Silvia ha espresso quello che penso. Mi auguro che intanto, visto il tempo passato, tu abbia chiesto e manifestato chiarezza. Io spesso sono “confusa” perchè attraggo molte esperienze apparentemente contraddittorie; ho imparato che questa modalità è tutta mia, riflette ciò che sono, una personalità poliedrica, e che mi va bene così perchè mi dà in continuazione la possibilità di scegliere e quindi mi tiene l’attenzione ben desta ! Grazie, Ti Amo. Ho imparato che la confusione è l’anticamera della chiarezza, quindi l’unica cosa che faccio è recitare ancora più intensamente Ho-oponopono con l’intenzione di pulire ciò che neanche conosco e che mi fa essere “indecisa” e lascio fluire, prendendomi tempo. Per fare un esempio pratico, se mi arrabbio con qualcuno,o il comportamento altrui non mi garba, non reagisco più di impulso come prima. Prendo tempo. Dico a me stessa, “questo è il riflesso di qualcosa che c’è dentro di me, con chi te la vuoi prendere ?”. Mi metto a recitare il mantra a macchinetta e dopo poco vedo chiaro. La bellezza è che il processo è sempre più rapido. Se prima mi ci voleva una settimana, adesso mi ci vogliono pochi giorni, a volte poche ore. Ho imparato che è la percezione delle cose che le fa essere tali e che se nella notte ci sono nuvole che non ti fanno vedere le stelle, basta soffiare costantemente (Ho-oponopono e il processo di pulizia insito in questa tecnica meravigliosa) per vederle e magari scoprirne alcune che non hai mai visto ! Mi ci è voluto un atto di “fede” per arrivare a questo. Credere che una tecnica mi avrebbe aiutato. Ho chiesto, ho trovato, ho creduto, sono felice. Con tanto Amore

  • diego scrive:

    Questa donna riceve dalla vita, dal marito, dall’amante esattamente quello che dà, cioè niente.

  • daniela scrive:

    Ciao a tutti….
    grazie a te Silvia,per aver riproposto questo argomento….così delicato e che appunto,molte persone ”vivono”…soprattutto quando non sei in un percorso di crescita personale e spirituale…tutto,in queste situazioni diventa ”giudizio opprimente”…che ti rovina….
    grazie anche a te Loredana,per le tue parole…..perchè in ogni frase che ho letto in quest post,ho trovato solo amore senza giudizio….dunque grazie anche a te,Renzo….
    la mia situazione da allora ha ”subito” anche se non è il termine giusto,molti cambiamenti…sia in quello che avvertiamo come positivo che negativo,ma devo dire che sono infinitamente grata,perchè in questo percorso sono molto cresciuta,parlo proprio di me,come persona….per cui al di là di tutto e tutti,ho riscoperto me stessa…e forse ho inziato a scalare la mia Himalaya….non nego che ci sono alti e bassi….ma questo sò che fa parte del ”gioco”…e che ogni singolo momento è una preziosa goccia di rugiada,come il nostro Ho- oponopono…
    Grazie ancora a tutti!
    Vi abbraccio!

  • daniela scrive:

    La risposta di Diego deve essere arrivata nel momento in cui io ho risposto….a te Diego,posso dire solo questo…mi dispiace,perdonami,grazie,ti amo!

  • li scrive:

    Cara Daniela,
    hai mai provato ad esternare al tuo ” amante” i tuoi desideri, ciò che vorresti costruire insieme a lui?
    Fino a quando non avrai ben chiaro cosa fare da grande e fino a quando non darai al tuo desiderio una forma ben chiara come risultato avrai circostranze ed eventi poco chiari. Se tu manifesti al tuo “Amante” paura attirerai paura. Ma nei panni dell’amante ti ci sei mai messa? Tu vivi con un altro uomo, ceni con lui, ti svegli con lui. Immagina il tuo….. come deve sentirsi.
    Decidi per te stessa per la tua felicità dai forma al desiderio e non aver paura che si realizzi.
    In bocca al lupo

  • daniela scrive:

    @ Oriana: sono io che ringrazio te,di tutto il cuore che anche tu hai messo nelle tue parole,nell’esprimere te stessa…è adesso che sto sperimentando una pace interiore che prima stentavo a sentire…
    e quando pronuncio il mantra sono in pace…ripeto,sicuramente non mancano ”alti” e ”bassi”…ma non è più come prima…ora sto ascoltandomi,prima non lo facevo…e ”vedo” il rapporto di coppia in una maniera diversa…e soprattutto chiedo il meglio per me! Grazie! Un’abbraccio di luce!

  • daniela scrive:

    @ li: Grazie anche a te!…lo sò come si sta in quei panni…lui è stato ed è il mio ”amante” e io la sua…ma vorrei,cambiare il termine,anche se alla fine quello è,con ”relazione parallela” che entrambi abbiamo vissuto e ancora viviamo….anche se da allora,le cose sono molto cambiate…e vedete,avete perfettamente ragione,e soffermandomi a pensare,a rifletterci..lo vedo benissimo,io vedo la sua confusione,le sue paure,le sue indecisioni….che altro non sono che le mie!….
    ma dentro di me lentamente e poi sempre con più vigore,avverto un senso di ”tranquillità” sò che…se questo è il meglio per me,le nostre vite non saranno più parallele…o altrimenti,se le nostre strade hanno finito di correre insieme….sono cmq con la pace nel cuore…non sento più l’attaccamento…non ho più l’aspettativa! sono FINALMENTE in pace!!! Grazie ancora li! Un’abbraccio di luce anche a te!

  • daniela scrive:

    @ Simonetta:…condivido pienamente anche il tuo punto di vista! Ognuno di noi è unico e con proprie dinamiche…come dici tu,forse la ”lezione” mi è servita a capire,quanto poco mi apprezzassi….e quanta indecisione e confusione c’era nella mia vita….non che ora non ce ne sia più….ma se mi guardo bene dentro,mi rendo veramente conto di ciò che il mio cuore desidera…e se non avessi fatto questo percorso,non me ne sarei mai resa conto….io sono grata a Dio,a ll’Universo….al tutto,per poter essere quello che sono ora! Grazie!!Tanta luce anche a te!!

  • Caterina scrive:

    Buongiorno a tutte e tutti !
    interessante la vicenda personale di Daniela e tutte le risposte che ho letto, ognuna è una parte di noi. Vi consiglio l’ottimo libro di aldo Carotenuto “Amare Tradire. Quasi un’apologia del tradimento”. Personalmente, che di amanti ne ho subita più di una in questo ultimo anno, con un marito che ancora non firma la separazione, l’ho trovato illuminante ed ho capito tante cose sul rapporto di coppia (ma vale per qualsiasi rapporto) , sul matrimonio e sul suo significato ultimo e sul fatto che alla fine è sempre la solita triade che ci tiene lontani dal nostro sviluppo personale: orgoglio, ostinazione e paura. Siamo sempre complici in una qualsiasi situazione, non sempre al 50%, ma se abbiamo il coraggio di guardare dentro noi stesse/i troviamo che anche noi abbiamo richiamato certe situazioni per darci una spinta propulsiva verso altri lidi che non sono necessariamente altre storie. Dipende sempre dal livello di maturità delle persone coinvolte. E se una storia finisce, pazienza. Io credo che se un sentimento è forte oggi e domani non lo è, non è amore. Ma questo è un mio pensiero. Di adesso. La vita è movimento e come dice Mandela noi abbiamo paura del potere che è in noi. Buona vita a tutti !

  • daniela scrive:

    @ Silvia: sono io che RINGRAZIO te Silvia con infinita gratitudine! Grazie! Grazie! Grazie di cuore!

  • daniela scrive:

    @ Caterina:Grazie anche a te…perchè sei una donna forte….e lo sò che non è ”semplice” stare dall’altra parte della barricata….ma condivido,noi richiamiamo le situazioni che vogliamo vivere,per farne esperienza che come anime ci porta poi ad evolverci….certo…l’amore non è tale,se dopo poco si spegne come una piccola fiammella….l’amore arde…può affievolire,ma se è forte,torna a risplendere sempre del suo vigore iniziale….
    auguro a te il tuo meglio!Con tutto il cuore….

  • roberto scrive:

    Vorrei poter dire qualche cosa al riguardo, ma non c’è la faccio, non ne ho la forza.
    Questi sono argomenti che mi fanno stare male…..

    Per me l’Amore è troppo importante, non riesco a concepire il dualismo di questa situazione.
    Se sto/vivo con una persona vuol dire che l’Amo e quindi come posso andare a sollazzarmi da altre parti?

    Tutto questo buonismo non lo capisco proprio….
    Tutti li a giustificare tale comportamento in nome della propria crescita morale/personale/spirituale ecc ecc. ma che cosa c’è da giustificare?

    Secondo me quello che ci deve sempre essere in un rapporto è il rispetto reciproco, la sincerità, l’umiltà, e l’onestà. E’ troppo facile fare così…. Secondo me è meglio invece chiarire ed eventualmente trovare una soluzione a questo o a quel problema e comunque in qualsiasi caso non mettersi a “svolazzare” solamente per cercare/trovare? il proprio piacere/benessere personale.

    Allora perchè non facciamo come le api? Voliamo di fiore in fiore come più ci aggrada, no? Solo che loro lo fanno per sopravvivere….

    Ci sarebbe molto da “discutere” su questo argomento, ma si sa il tempo passa velocemente ed il mio è già scaduto.

    Non ti auguro niente, ne bene ne male, ma sicuramente non ti condivido…

    Ops! Per fortuna che non avevo niente da dire… :-)

    Namastè

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

AMORE da conquistare e con cui stare

Regalo per Te

Seminari Josaya 2014

ℒℴ√ℰ ℳℰ ♡

vendita cosmetici on-line

è disponibile Magic Huna

MAGIC HUNA Il Segreto non è nascosto
Prefazione di Max Damioli

Libro di carta
Ebook

Archivio

Cerchi d’Oro audio 432hz

www.ArmoniCoach.com

Armonizzarsi è connettersi collegarsi al Tutto.
Scopri il Coaching Armonico.

Cerchio d’Amore

L’amore non è una passione. L’amore non è un’ emozione. Non solo.L’amore è una comprensione profonda del fatto che in qualche modo l’altro ti completa.Qualcuno che ti rende un Cerchio perfetto. La presenza dell’altro rinforza la tua presenza. L’amore dà la libertà di essere se stessi, e amare davvero è volere il Bene dell'amato.

Amore da conquistare

Lui Sa nel Grande Disegno

Libro consigliato!

Il mio sito principale