Sì, gli Angeli ci sono

Pina è un’Amica con la A maiuscola. Perchè? Perchè appartiene a quella categoria di anime trasparenti e positive che “ci sono”, a prescindere. Ha una gestione del tempo incredibile, non capisco come faccia a lavorare e fare un oceano di altre cose bellissime. Ha un’anima gentile e ‘sottile’, è allegra, dolce, bella e sa utilizzare una visione a 360°.

E’ di quelle amiche che auguro a chiunque, è di quella ristretta cerchia alle quali mi consento di non rispondere – a meno che non ci sia un’urgenza dichiarata – se sono troppo impegnata, o se c’è un qualsiasi motivo che mi faccia scegliere di stare in silenzio. E non cambia nulla, sappiamo che il nostro rapporto è tale e quale: una certezza, una conoscenza evidentemente nata non in questa vita ma che ci fa ritrovare insieme vita dopo vita.

Questo suo consentirmi di esserci/non esserci genera in me una immensa gratitudine per la libertà che mi si concede, libertà che ritengo il primo ingrediente di una relazione, che è pari all’Amore ma la Libertà è prioritaria e ritengo invincibile la fusione di queste due energie. Naturalmente tutta questa amorevole libertà è reciproca.

Pina ha qualcosa in comune nella mappa del mio vissuto: ha una figlia, brillante quanto lei, che si chiama come me e come la figlia di mia sorella Luisa, e ha un marito che nella primavera del 2014 è volato in Cielo quasi contemporaneamente a Franco, il mio più grande Amico in questa incarnazione.

Ci siamo conosciute per lavoro, era una nostra lettrice e cliente, e pian piano il rapporto tra lei e me si è stretto in un’amicizia leggera, profonda ed elastica come solo le relazioni rispettose e durature possono essere. E quando ci siamo abbracciate il 23 maggio dell’anno scorso a Roma durante un seminario di Ho’oponopono eravamo entrambe felici ed emozionate.
Principalmente stiamo in contatto via facebook ed era da un po’ che non ci incrociavamo, ma da qualche giorno il piacevole pensiero di lei veniva a trovare il mio cuore, sapevo che stavamo per rincontrarci.

Non sono stata quindi stupita stamattina nel ricevere la sua email, che mi ha profondamente emozionato e che, come le ho risposto, non riuscivo neppure a leggere al mio compagno perché la commozione mi spezzava la voce nella gioia del grande messaggio celeste del quale ha voluto rendermi partecipe.

GRAZIE Pina, ti AMO!

Pina Di Loreto e Silvia Paola Mussini Roma 2014

Buongiorno Silvia,
alcune righe per dirti che ultimamente ho iniziato, sulla spinta di amici poeti, a scrivere degli haiku.
Mi viene facile scriverli, alcuni sono belli, altri meno. Li puoi trovare nella mia pagina fb e anche in quella del mio amico Claudio Spinosa poeta. Se hai tempo e voglia leggili e dimmi se ti piacciono.

Poi volevo dirti che ieri stavo tornando dal lavoro (un’ora di guida fino a casa) e spesso mentre guido penso a G. In 27 anni e mezzo che siamo stati insieme, ha guidato sempre lui in tutti i nostri piccoli e grandi viaggi, tranne quando stava troppo male, durante e dopo la chemio. Ora che sono sola, immagino che lui sia a fianco a me e spesso ci parlo, altre volte piango, altre ancora urlo.

Ieri pensavo a “Lui Sa nel Grande Disegno”, quando tu sei riuscita a sentire la voce lieve di Luisa. Allora ho chiesto a lui di parlarmi in modo che lo capissi e immediatamente mi si è parato davanti un bilico (autoarticolato) come quello che guidava lui, solo che era tutto bianco! E dietro c’era una scritta in un carattere corsivo carinissimo: “Angelo”. E, avvicinandomi ancora, ho visto un’altra scritta in gergo, non ricordo bene le parole, comunque diceva: “Capo (lui si rivolgeva sempre così a qualcuno che non conosceva per chiamarlo simpaticamente), lasciami spazio” o una cosa simile.

Era proprio lui! Stesse modalità, il mezzo che guidava, il bianco! (volevo sapere come stesse e per me significa “bene, in pace”) e poi come poteva chiamarsi l’autista? Angelo! E parlava in modo simpatico, per niente volgare. Era lui!
Ho iniziato a ridere perché lui mi faceva sempre ridere, anche ieri l’ha fatto, e a piangere perché ero commossa.
Grazie, grazie, grazie!
Grazie di avermi letta, Silvia, e di tutto!
Saluta Sandro!
Pina

P.S. avevo pensato di venire al seminario di domenica sul monte Fumaiolo, però sono comunque 4 ore di guida e sono un po’ stanca, lunedì non posso mancare dal lavoro. Se verrete più vicino, ci sarò.

Copio i suoi haiku dalla sua bacheca di Facebook:

15 giugno 20,59
Pensavo a te
Ho chiesto un messaggio.
Bilico bianco

15 giugno ore 21,08
La scritta dietro
Angelo in corsivo.
Rido e piango








VUOI PARTECIPARE AL PROSSIMO WEBINAR HO’OPONOPONO?

è mensile e gratuito!

scarica-gratis-pulisco-vedo-e-agisco

 Riceverai tutte le news e l’accesso al webinar mensile gratuito in diretta dalla Casa 108.

Potrai cancellarti dalla mailinglist in qualunque momento con un semplice clic.

CondividiShare on Facebook333Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn4Share on Google+0Pin on Pinterest1Email this to someone

14 risposte a Sì, gli Angeli ci sono

  • Davide scrive:

    Ciao bellissima esperienza, io parlo spesso con mio papà che non c’e’ più nel 2010, sento nelle mie 4 mura la sua presenza e affetto, mi manca moltissimo, ti racconto un sogno , vivo da solo, nel sogno vivevo in una casa tutto solo, ero in difficoltà economica, dovevo pagare l’affitto della casa, c’era la padrona di casa che mi faceva pressione, ad un certo punto, dal nulla, mentre la padrona di casa mi fece l’ultimatum, quello di andarmene via, comparve di scena mio padre, stava benissimo, vestito elegante, emetteva un bianco bellissimo, parlo con la padrona di casa dicendogli che per mio figlio di lasciare tutto cosi come in precedenza che ci pensava lui, da quel momento in poi la padrona di casa non disse piu’ nulla, usci di scena, poi mi padre stette accanto a me , mi senti in quel momento amato e assicurato come non mai, ci guardammo negli occhi , poi non resistei piu’, piansi dalla gioia e dal suo affetto, lo abbracciai, lui fece altrettanto con me, dopo qualche secondo , sparì lasciandomi gradualmente una luce bianca angelica. Mi svegliai felice e amato come mai piu’ di prima, forse piu’ di quanto era con me, e’ difficile spiegare a parole. Ma una cosa so con certezza, che loro ci stanno vicino piu’ quanto possiamo immaginare.
    Un cordiale saluto.

    • Silvia Paola scrive:

      Grazie Davide della tua sensibilità e di aver raccontato tuo bellissimo sogno, i nostri cari ci rassicurano con ogni modalità se riusciamo a essere aperti _(\_

  • maria teresa scrive:

    Grazie perchè fate partecipe delle vostre vite anche anime che stanno vivendo monenti particolarmente difficili,la vostra fiducia,graditudine aiutano e riscaldano il cuore!GRAZIE!

  • Letizia scrive:

    carissime Pina e Silvia,
    c’ero anch’io quel 23 maggio dello scorso anno a Roma e ancora oggi per me quella prima esperienza è un ricordo indelebile. Il “caso” ci abbino’ (te lo ricordi Pina) per eseguire degli esercizi in coppia e subito capii che eri una persona speciale. Mi ha fatto molto piacere leggere la tua testimonianza e anch’io credo
    nella calda presenza degli angeli ( nel mio caso mia madre). Vi saluto affettuosamente tutti e tre ………Silvia Sandro e Pina
    arrivederci

    • Pina scrive:

      Grazie Letizia, una giornata, quel 23 maggio a Roma, che ho aspettato per molto tempo, con la sicurezza che sarebbe arrivata e sarebbe stata bella. Un pranzo con te, nel centro commerciale alimentare più famoso nelle vicinanze (ammazza che prezzi!!! mi manca ancora un occhio 😉 ahahahaha), che ricordo con piacere, grazie al “caso” (e non è una parolaccia!) che ci ha abbinate.
      Un abbraccio, Letizia!
      Grazie anche a tutti gli altri che hanno commentato.
      Grazie, ti amo
      Pina

    • Silvia Paola scrive:

      (Letizia riposto questa mentre ero convinta di averla pubblicata ieri in risposta al tuo commento… ma mi era rimasta in bozze. Come scrivevo a Pina – per un simile disguido due giorni fa con lei – la mia menomenopausa galoppa 😀 ma anche mi dà la grande libertà di tornare bimba ed errare. Ti Vi Mi Amo!)

      Carissima Letizia
      proprio ieri in un’onda di ricordi conseguenti a Pina, mi è tornato il flash di come ci siamo abbracciate in bagno prima del seminario, e ogni volta che leggo un tuo commento ti ricordo sempre con tanto piacere. Che bella storia è la vita in tutte le sue sfumature, sia nel di qua che in quel di Là dove ciascuno ha meravigliosi esseri che vegliano su di noi.
      Grazie di esserci e arrivederci con altrettanto affetto.

      • LETIZIA scrive:

        Bellissime Silvia e Pina vi ringrazio per l’abbraccio (credetemi…..l’ho sentito)
        Letizia ^-^

  • Maria Chiara scrive:

    Gli Angeli…
    Io – così poco ricettiva a tutto- proprio da poco pochissimo ho iniziato a percepirne la presenza, a rivolgermi a Loro, silenziosi (ma neanche sempre e tanto!!) compagni delle nostre esistenze.
    Sorrido. Tu sai perchè!

    • Silvia Paola scrive:

      Sorrido anch’io Magica Maria Chiara, e non solo per gli Angeli di tutti noi, ma perchè a quel seminario di Roma dovevi esserci anche tu… E da quell’evidentemente non evitabile pandemonio – che non fu ‘a caso’ e che ti ha impedito di partecipare – hai acceduto alla strada di Luce che stai percorrendo. Vogliamo ancora parlare di ‘casi’? (che non sono parolacce come dice sopra Pina 🙂 ILOVEYOU

  • Mariella scrive:

    Buongiorno Silvia, bellissimo, queste cose succedono molto spesso anche a me. Anche io ho un Angelo speciale anzi due, un bimbo di solo undici giorni, poi volato via, ed un altro figlio che ci ha lasciato fisicamente a 33 anni, ma da subito ha iniziato, con dei segnali, spegneva le luci all’esterno di casa, e tanto altro, vari salvataggi di trapasso sicuro per noi.

    Il primo figlio è ora la guida di mio nipote Matteo. Ho capito dopo 45 anni che i suoi 11 giorni di vita gli sono serviti per finire i suoi cicli di vite….

    I miei figli hanno lo stesso nome Davide il primo e Davide Andrea il secondo, mio nipote è figlio del secondo Davide, con lui io ho un colloquio con la scrittura a volte capisco subito ciò che vuol dirmi a volte impiego un po’, ma è comunque una cosa bellissima e mi ritengo fortunata, in confronto ad altre madri.

    Certo ho dei momenti di dolore ma è per Matteo che mi dispiace, che sta crescendo senza suo padre, che c’è ma non fisicamente, e lui ancora non è in grado di percepirlo o non vuole ammetterlo.

    Buona giornata
    Mariella

  • bacci alfredina scrive:

    Una volta credevo anch’io agli angeli.,ora non più. Mi sono morti 2 figli 1 di 13 anni nel 1988 e un altro il 9 giugno 2013 di anni 25 (leucemia). Non ho mai avuto segnali da loro ne da mio padre che è morto sul lavoro a 37 anni (io avevo appena 1 annoe mezzo) ne da mio fratello che è morto ad 11 anni (incidente con bicicletta nel lontano 1957) io avrei compiuto 8 anni pochi giorni dopo.. 2 mesi prima era morta mia nonna materna. mia mamma è morta nel 1993. ne avrei di angeli in cielo, ma segnali nessuno. Per me c’è soltanto tanto dolore. La vita mi ha dato solo tante batoste l’ultima è stata devastante e io non ce l più. Aiutooooo

    • Silvia Paola scrive:

      Alfredina mi dispiace, perdonami, grazie, ti amo… (e comunque loro ci sono, ci guardano, ci proteggono e ci abbracciano anche quando non li sentiamo). Ti abbraccio forte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AMORE da conquistare e con cui stare








 VUOI PARTECIPARE AL PROSSIMO WEBINAR HO’OPONOPONO?

è mensile e gratuito!

Iscriviti alla nostra mailinglist per ricevere tutte le info sui webinar Ho’oponopono e scarichi subito l’omaggio di benvenuto: l’anteprima di Pulisco Vedo e Agisco – Ho’oponopono postmoderno.

Riceverai tutte le news e l’accesso al webinar mensile gratuito in diretta dalla Casa 108.

Potrai cancellarti dalla mailinglist in qualunque momento con un semplice clic.

EM Microrganismi Effettivi

Pulisco Vedo e Agisco

il mio Ho’oponopono

Mala 108 grani

Amore da conquistare

Lui Sa nel Grande Disegno

La perfetta pulizia di Ho’oponopono

Meditazione del Bosco Interiore

Libro consigliatissimo

Al Posto Tavola dell'Anima
Il cibo è un nostro prezioso amico che ci può aiutare a scoprire parti di noi ancora inesplorate
€ 11

Archivio

Visualizzazione guidata a 432hz

Meditazione guidata

Coaching con me

Armonizzarsi è connettersi, collegarsi al Tutto.

Bruno Groening

Sessione Ho’oponopono di coppia

Cerchio d’Amore

L’amore non è una passione. L’amore non è un’emozione. Non solo. L’amore è una comprensione profonda del fatto che in qualche modo l’altro ti completa. Qualcuno che ti rende un Cerchio perfetto. La presenza dell’altro rinforza la tua presenza. L’amore dà la libertà di essere se stessi, e amare davvero è volere il Bene dell'amato quanto il proprio.

Il mio sito principale

ℒℴ√ℰ ♡

ℒℴ√ℰ ℳ ﻉ ♡