Ti amo ma solo per oggi

Quello che ognuno di noi cerca ogni volta che si relaziona – in qualsiasi tipo di relazione – è amore, e dentro questa definizione, che ci piacerebbe sempre senza condizioni, ci stanno tante belle cose, c’è la gioia, la gratitudine, la fiducia, la complicità, l’appartenenza, il piacere di trascorre il tempo migliore possibile tra quelli probabili.

Per giungere a questa ovvia consapevolezza ognuno di noi ha un grande cammino da compiere, e non esistono scorciatoie. Riuscire a osservare e osservarci è già una posizione ottima, ma niente vale quanto l’esperienza sul campo, quell’agirsi dal quale ognuno trarrà l’essenza del vero viaggio personale e della propria gioia condivisa, o meglio con moltiplicata, con un essere altrettanto perfetto quanto noi.

sandro-flora-silvia-paola-mussini-saya

Con Sandro, il mio compagno, stiamo insieme letteralmente 24 ore al giorno dal 2009, è stato davvero l’inizio di una nuova fase sentimentale, innanzitutto nei miei confronti. Un tempo realmente mio, fatto di crescita personale e spirituale, di grande ossigeno e di opportunità reciproche.

E’ stato finalmente il “mettere in pratica”.

Precedentemente sono stata impegnata 20anni in un legame che è finito a conseguenza del mio scegliere me, rapporto che rivivrei mille volte, avendo però più coraggio e chiarezza nel concludere una storia importante e fondamentale. Prima di questo sono cresciuta per tre anni in una relazione troppo complicata, ma ero giovane mi e lo perdono.

Dopo il divorzio ho vissuto per circa due anni un rapporto a tempi matrimoniali (suoi) con un uomo sposato. Relazione intensa che mi ha permesso di conoscere la mia insofferenza nel sentirmi limitata, parzializzata e nascosta al mondo. Un rapporto dove ho potuto conoscere la “disperazione dell’amante”, e capire definitivamente che cos’è l’amore, quello vero e non il raccontarsela con equilibrismi penosi che chi non ha il coraggio delle proprie scelte chiama ‘amore’. In mezzo a tutta questa vita c’è stata qualche altra storia che, anche se con pochi presupposti per essere definita tale da parte mia o dell’altro, mi ha (ogni volta, ogni storia) insegnato in modo leggero o doloroso ulteriori dettagli su di me.

Insomma dopo aver vissuto tutte le angolature della relazione amorosa ho constatato con gratitudine che da ognuna ho tratto illuminanti insegnamenti e per questo sono riconoscente ai compagni del mio passato come a divinità in terra.

Uomini diversissimi tra loro, con una me in cammino confuso e condizionato da un’età fertile, quegli ormoni pazzi che accendono la passione in direzione della continuità della specie talvolta travestita da grande amore (che vedendola dall’età dell’adesso ha il suo peso nella reciproca scelta e nell’interpretazione della ‘verità’). Esseri maschili che partecipando alla mia evoluzione, mi hanno offerto il loro esserci per come sapevano o potevano, e più che spesso è stato un tempo di cui ho ricordi bellissimi. Loro mi hanno amato e hanno agito per come era la loro confidenza con il “meglio” per se stessi, ma in realtà sono stati la mia spada nella roccia, per sgrezzare e svegliare me.

Senza l’esperienza avuta con ciascuno non sarei io, l’attuale me che il loro incontro, confronto e talvolta scontro, mi ha permesso di diventare. La me nel perenne adesso, con tutta l’immensa ricchezza del bagaglio di esperienze che solo una vita pienamente vissuta porta. La me fatta di emozioni, sentimenti, di errori, riposizionamenti del Sè, che i dispiaceri e le delusioni, anche nei confronti di me stessa, hanno spronato ancora di più a non rinunciare mai alla pace interiore e alla mia personale chiamata e direzione.

Così, passo dopo passo, sono arrivate la comprensione del mio valore e del mio spazio, del mio tempo e delle mie scelte. Del mio coraggio, del mio perdonarmi, del mio sapere come cavarmela sola, della mia forza che è cresciuta attraverso ogni nuova situazione a cui ho dato il permesso di espandere. E quindi sono arrivate la creazione e costruzione della mia strada, l’apertura a nuovi entusiasmi e alle vere gioie senza condizioni e condizionamenti dell’oggi. Tutto questo semplicemente lasciando libera quella me in connessione sottile e da sempre alleata nel mio Viaggio.

La mia fiducia, il mio affidarmi – e anche il tempo che diluisce e relativizza tutto – mi hanno portato a vedere con amore e comprensione l’io della me nel costante adesso, figlia di ogni attimo precedente.

“Non sono più quella di ieri, non so come sarò domani. Ma posso dirti come sono oggi, con i miei ieri.”
Alda Merini

Questo per dichiarare una volta di più che non esiste una relazione sbagliata ma sempre e solo incontri che sono dei veicoli sacri e fondamentali, necessari per accedere a grandi opportunità di cambiamento e chiarezza personali, indispensabili per stabilizzare il nostro centro. L’armonia della nostra esistenza è l’unica cosa che davvero ci riguarda e la componiamo noi stessi – sempre e comunque – tramite le nostre scelte, e sta solo a noi farne una musica che ci piace.

Perchè davvero quello che viviamo, di quello con cui risuoniamo e manifestiamo, nulla va perduto, e niente è inutile o è “troppo doloroso”, ma solitamente ce ne accorgiamo nel futuro.

E quindi Grazie uomini della mia vita!

Strada facendo sono diventata una persona realmente aperta, non solo nella teoria, cioè quella presunta saggezza che spesso è di apertura solo nei riguardi delle storie altrui, e quando ci tocca ragionare con la propria vita la faccenda diventa decisamente meno semplice, una zuppa zeppa di giustificazioni, giudizi, drammi… di troppo.

Camminando nella mia storia attraverso le mie storie, ho dato voce a quella me che sa quello che vuole, che sa quello che non vuole, che sa rispettare se stessa e che finalmente non ha (più) aspettative. Che libertà! Mi commuove l’essere diventata una bella persona che ha avuto segni e conferme di verità alla propria irrequietezza, dalla propria confusione, perchè un traguardo c’era, ed era me. Sono felice di conoscermi e di meritare tutto l’amore che sono, che sento, che c’è, sempre e comunque.

La conoscenza (ri conoscenza eterna) di Sandro mi ha fatto risuonare con un compagno gemello, aperto, sensibile, paziente, divertente, profondo, leggero, sdrammatizzante, con il quale è facile ridere, lavorare, giocare, vivere e reagire in purezza con la vera me, che anche per merito suo, è ormai l’unica verità che mi conduce. Per certo non posso sottovalutare che abbiamo avuto la fortuna di conoscerci e di crescere insieme all’inizio della nostra pratica Ho’oponopono, una pulizia che sappiamo non finirà mai.

sandro-flora-silvia-paola-mussini-yin-yang

Nel passato mai continuativamente avevo osato dar sfogo al mio risentimento o alla mia frustrazione in modo chiaro, nè con i miei partner nè con me stessa. Facevo in modo di appianare e smussare, di comprendere e di guardare il mondo da una nuvoletta santa, senza sperimentare apertamente l’opposto nelle relazioni, la sporca e oscura miniera di carbone che sta in fondo a ognuno.

Noi abbiamo imparato insieme a lasciar accadere lo tsunami, quella meteora che dura pochi secondi o qualche minuto, e finisce praticamente subito in un abbraccio e una risata del cuore, dei corpi e delle nostre anime.

Ci vuole sempre tanta attenzione per rendersi conto che il valore di un rapporto si percepisce essendolo completamente e onorandolo nella quotidianità, e non agendolo con un filtro opacizzato da aspettative, preconcetti, segreti, abitudini, consuetudini, influenzamenti, posizioni rigide, pretese, binari permessi o no e credenze popolari.

Nella vecchia me – quella giovane di età – esistevano quasi esclusivamente tolleranza, ascolto, gentilezza e comprensione a costo di avere perenni, e a me inspiegabili, mali di stomaco e dolori fisici di varia natura. Quei dolori (erano preziosi  amici, ora lo so, grazie) si manifestavano con voce stridente per farmi comprendere che era una mia scelta quella di non affrontare cambiamenti o chiarimenti, essendo occupata a osservare le esigenze altrui mi dimenticavo perennemente di qualcuno… della persona più importante, di me.

Io e il mio partner (l’io scritto prima non è casuale nè mai più sostituibile) abbiamo una linea comune di pensieri, di modi di vivere, di passioni, di interessi, di intenti e il medesimo sguardo sull’esistenza.

Sandro è l’essere perfetto per me e la mia gratitudine per lui, e per il tempo meraviglioso che trascorriamo insieme, mi commuove e mi riempie il cuore di verità. Il nostro motto, per tutto ciò che ci riguarda ma anche per tutto il resto, è “solo per oggi”. E il nostro tempo insieme diventa semplice e anche estremamente divertente oltre che prezioso.

Fondamentalmente per intercettare e risuonare con un altro essere “perfetto” dobbiamo solo conoscere e accogliere noi stessi nel profondo, e questo può chiarirsi solo vivendo completamente ogni esperienza, traendone insegnamenti concreti per poter ricevere quel meglio che meritiamo (tutti), e poterne godere con la nostra più trasparente e sincera amorevolezza.

sandro-flora-silvia-paola-mussini-love

Ti Amo, mi Dispiace, Perdonami, Grazie








VUOI PARTECIPARE AL PROSSIMO WEBINAR HO’OPONOPONO?

è mensile e gratuito!

scarica-gratis-pulisco-vedo-e-agisco

 Riceverai tutte le news e l’accesso al webinar mensile gratuito in diretta dalla Casa 108.

Potrai cancellarti dalla mailinglist in qualunque momento con un semplice clic.

CondividiShare on Facebook283Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Share on Google+0Pin on Pinterest0Email this to someone

41 risposte a Ti amo ma solo per oggi

  • annamaria scrive:

    Bello quello che scrivi ma sopratutto lo sento molto vissuto e sincero.molto simile la tua vita alla mia anchio sposata e separata da 16 anni e ho una storia da anni con un uomo sposato che in tutti questi anni non siamo arrivati a niente.oggi sento un gradevole bisogno di uscirne fuori da tutto questo ma mi sento paralizzata. Mi auguro di farcela,e chi sa’un giorno incontreo’anchio un amore con cui possiamo camminare insieme sugli stessi binari e scambiarci il nostro crescere insieme.con amore e tanta luce annamaria.

    • Silvia Paola scrive:

      Aloha Annamaria
      appena diamo la svolta corretta per noi stessi si mettono in moto e accadono cose alla nostra ‘altezza’, dobbiamo credere profondamente in noi, e amarci come non mai. Quando ho deciso che “mai più” – ricordo l’esatto momento – avrei sofferto per amore, o con la scusa dell’amore, ritenendomi pronta a stare da sola dopo pochi mesi ho incontrato Sandro, che per motivi diversi aveva anche lui detto il suo “mai più”. Tu abbi fiducia e predisponiti all’azione. Altrettanta luce cara, mi pulisco con te.

  • lu scrive:

    Il coraggio di scegliere se stesse, di accettarsi, di amarsi, di comprendersi, di rispettare i i propri valori, di vivere senza aspettative,…un viaggio che bisognerebbe iniziare ad insegnare ai nostri figli sin dalla nascita, per permettere loro di prendere consapevolezza dell’importanza del volersi bene e di conseguenza volere bene. Io ho cominciato tardi, ma sono felice di aver incominciato un percorso di consapevolezza del sé. Ho sempre voluto bene e amato gli altri a costo di dimenticare me stessa. Oggi mi sento accusare di egoismo e mi sento giudicare. Non fa nulla, non so dove tutto questo mi porterà, ma ormai ho scelto me e questa strada sono sicura che mi permetterà di vivere meglio di quanto avessi fatto fino ieri.
    Ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie

    • Silvia Paola scrive:

      Aloha carissima lu
      pura riconoscenza per le tue parole e per le tue intenzioni, sempre e solo grazie senza mai più confini _(\_
      Ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie.

  • Pina scrive:

    ” Facevo in modo di appianare e smussare, di comprendere e di guardare il mondo da una nuvoletta santa, senza sperimentare apertamente l’opposto nelle relazioni, la sporca e oscura miniera di carbone che sta in fondo a ognuno.” Questo comportamento è la copia del mio. Ecco, lasciar accadere lo tsunami è qualcosa che, finora, forse non mi sono concessa e neanche le persone che hanno vissuto con me, per risonanza o per chissà quale motivo, hanno fatto. Questo ci è costato caro: un tumore al rinofaringe a mio marito e poi l’odissea in mano agli oncologi, con tantissimo dolore, fisico per lui e psicologico per entrambi, per finirla dopo 4 anni di torture e ancora tanto dolore da parte mia, che sono sopravvissuta.
    Grazie di tutto, SaYa.
    Pina

    • Silvia Paola scrive:

      Cara Pina, amica cara
      quando ci siamo abbracciate a Roma ti ho sentita nel cuore, perchè i nostri cuori battevano entrambi emozionati. Ho sentito la tua grande dolcezza ma anche la tua forza potente. Ora è il momento di voltare una serie di pagine, la tua indole adolescente – che è meravigliosa – è la tua ricchezza, è il dono che porti alle persone che ti circondano. Ma ora le ‘regole’, quanto meno a te stessa, le detti tu e solo tu.
      Grazie, ti amo, ti voglio e ti vogliamo un oceano di bene.

      • Pina scrive:

        Sì, è quello che sento fortemente da un po’ di tempo. E me lo godo anche. Grazie, ti amo e vi amo un oceano anche io.

  • franca scrive:

    Cara Silvia, leggendoti riconosco la mia”me” di oggi. Anche se non più in coppia da anni ho avuto la fortuna di incontrare e vivere con un uomo che mi ha dato modo di essere sempre me stessa, con lui sono cresciuta giorno per giorno e attimo per attimo, nel rispetto, nella gioia, nel gioco nella condivisione e nella complicità ma soprattutto nell’amore. Io sono! Oggi so di essere una donna forte e con chiarezza e decisione affronto e VIVO il mio quotidiano che miglioro e approfondisco grazie ad ho’oponopono e grazie a te/voi che mi aiutate a coltivarlo e a viverlo. Grazie 💖 grazie 💖 grazie 💖 ti amo mi dispiace perdonami 💖 . . . Su fb ho condiviso unevento a Rovigo al tempio di cristallo ci sarà un incontro ho’oponopono. Io non co osco né il posto né i partecipanti ma ho’oponopono é importante per me e sarà l’occasione x divulgare e ricondividere questi bei momenti di vita. Un abbraccio grande

    • Silvia Paola scrive:

      Aloha cara Franca
      la tua energia è sempre bella e gentile ed emani amore in ogni occasione, io ti ringrazio tanto per la Bellezza che porti nel mondo. Contraccambio il tuo abbraccio, buon Ho’oponopono sempre e ovunque, anche nel tempio di cristallo!
      Ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie

  • Patrizia scrive:

    Molto bello, intenso grazie.

  • Anna scrive:

    Proprio vero, a posteriori è tutto chiaro, ogni tessera prende il suo preciso posto nel puzzle della vita. Un matrimonio durato 30 anni, gli ultimi 10 tra alti e bassi, un cammino di consapevolezza che mi ha portata al bivio dove ho trovato gran parte di me stessa. Una convivenza di 3 anni dove son tornate fuori tante situazioni di non comunicazione che mi sembravano di aver risolto nella relazione precedente. Storie di uomini che apprezzavano solo la mia “buccia”, dove io invece cercavo il “succo”.. Mi sono illusa, disperata, annientata, ma ora sò che ci dovevo passare per diventare finalmente quella che è la mia natura.Ora sto bene in mia compagnia, non ho nessuna relazione amorosa, sicuramente se arriverà mi troverà pronta a dare Amore senza rinunciare piu’ a quella splendente Anna che vive in me.
    Grazie per questa lettura, mi sono specchiata in te e ho visto chiaramente tante cose che mi erano sfuggite.
    Buona vita a voi,che l’Amore sia in tutti noi
    Anna

    • Silvia Paola scrive:

      Anna cara
      scrivi verità, anch’io riconosco nelle tue parole parte del mio passato, e sono certa non solo io… Il bello è che facciamo tutto da soli, invece che splendere costantemente come veri e propri Soli ☼ per attrarre altro/i come noi, e comunque questo è il viaggio e tutti noi ci stiamo illuminando. Grazie del tuo splendere, ti amo!

  • Mariya scrive:

    Sei ammirevole, meravigliosa…..

  • cristina scrive:

    Grazie per aver condiviso con noi VITA VERA e non teorie! Con me l’universo ha voluto davvero stupirmi e quando ho saputo davvero ritrovare e amare me stessa mi ha fatto incontrare il compagno gemello col quale viviamo SOLO PER OGGI … grazie per questa splendida definizione!
    MI DISPIACE PERDONAMI TI AMO GRAZIE
    … ma soprattutto GRAZIE GRAZIE GRAZIE

    • Silvia Paola scrive:

      Grazie a te Cristina della vibrazione magnifica delle tue parole! Grazie che anche tu, che anche voi… sì, Amore solo per oggi… Grazie ti amo, ti amiamo, vi amiamo! ღ

  • Mary scrive:

    Ogni rel-azione è un’opportunità di osservare, di vivere e respirare ingranaggi di noi che hanno bisogno di essere revisionati. Le profonde sofferenze e delusioni mettono in luce meccanismi di idee e pensieri smussati solo da illusioni che rallentano e bloccano il percorso di crescita. La paura preclude ogni possibilità di vedere oltre e di uscire dal tunnel di vecchi retaggi che limitano la crescita personale. Se in ogni incontro si riuscisse a respirare la sacralità di una preziosa opportunità di conoscenza e riconoscenza la via verso la gioia e la consapevolezza camminerebbero in parallelo con la nostra anima. Amare senza condizioni e condizionamenti, con il solo scopo di abbracciare la parte più intima di noi, è la sola via per giungere e raggiungere la verità. Le tue condivisioni sono immancabilmente preziosi spunti di riflessioni, che mettono in discussione presunte certezze erette dal raziocinio, la consapevolezza farà luce sul sentiero da percorrere per liberare il nostro essere da invisibili catene che legano e precludono ogni anelito di amorevolezza.
    Grazie di cuore Silvia.
    Ti Amo 💙 Mi Dispiace 💚 Perdonami 💜 Grazie

    • Silvia Paola scrive:

      Aloha cara Mary
      non aggiungo una parola alle tue che sono perfezione, grazie! Ringrazio la tua sacra presenza in questo nostro viaggio, perchè sei bellezza e coerenza di intento in pratica, dentro e fuori.
      Ti Amo, ti Amiamo, Mi Dispiace, Perdonami, Grazie _(\_ ღ

  • Laura scrive:

    “Solo oggi”. Grazie Paola dal cuore e col cuore.

  • MARIA MAINIERO scrive:

    Cara Silvia, avevo bisogno di leggere ciò, sembra scritto per me………..
    Tutto arriva al momento giusto e non al caso.
    Grazie di esistere.
    MI DISPIACE, PERDONAMI, GRAZIE, TI AMO

    • Silvia Paola scrive:

      Ne sono felice Maria, quando si dice siamo uno… Ti amo, mi dispiace, perdonami, GRAZIE

  • Maria Luisa scrive:

    Tanta solitudine nella mia lunga vita, qualche relazione mai vissuta pienamente, “scelte sbagliate” , paure, illusioni e troppe fantasie, fino a preferire la mia fortezza impenetrabile . Ma qui dentro sono cresciuta, mi sono coltivata, ho imparato e lavorato tanto su me stessa in profondità, fino a comprendere che in quegli incontri mancava l’elemento più importante, mancavo io, mancava l’amore per me stessa su cui costruire l’amore per l’altro. Oggi è tardi per provare ancora l’esperienza dell’amore, ma lo vivo sotto altre forme, c’è apertura, c’è leggerezza, c’è gusto per la vita e il piacere della condivisione, c’è una linfa nuova che circola e mi alimenta, rendendo prezioso ogni attimo della mia esistenza. Con qualche rimpianto, forse, ma una ritrovata serenità, tanta comprensione per me e per gli altri, e gratitudine per il cammino. Grazie Paola, per la profo0ndità e la verità del tuo messaggio. Marilù

    • Silvia Paola scrive:

      Marilù mi stringi il cuore e contemporaneamente mi riempi di gioia con le tue parole… Quello che ho capito, non solo da me ma anche dall’esperienza di moltissime persone, è che non è mai tardi in nessun caso per quello che ci riguarda – anche per quello che ci sembra impossibile – non siamo mai fuori tempo, finchè siamo qui. Sei una luce bellissima, pulisco con te e ti stringo forte al cuore.

  • raffaella scrive:

    semplicemente meraviglioso….., sono sposata da più di tredici anni e oggi non siamo arrivati a niente,mi sento immobilizzata, molte volte vorrei uscirne fuori ma mi manca il coraggio; ho due bambini, un lavoro instabile e così rimando giorno dopo giorno sentendomi spesso frustrata come me lo ricorda la mia fibromialgia; continuo a pilire ma trovo dentro me solo consapevolezza, ma un segnale di cambiamento non sono ancora riuscita a percepirlo chissà un giorno spero di farcela.
    grazie di cuore, un abbraccio, Raffaella.

    • Silvia Paola scrive:

      Tesoro la pace comincia da te ma anche l’azione comincia da te. Parti da piccoli step collegati a piccoli sogni, e avanza, momento per momento. Ho’oponopono non dice di aspettare il miracolo ma di pulire per percepire e riuscire ad ascoltare la voce del divino, che è la tua, e tu la senti forte e chiaro… ‘Un giorno’ può essere il prossimo giorno, inizia dal cielo e dalla terra insieme, con dolcezza e fermezza, yinyang… e abbi fiducia perchè anche tu, come tutti, meriti ogni gioia, ogni giorno. Ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie.

  • Paola scrive:

    Meraviglioso quello che hai scritto, io ho avuto un matrimonio ed successivamente una relazione con un uomo sposato durata 6 anni all’ombra, poi rimasta incinta e prima della nascita lui decise di venire a vivere con noi. Ad oggi non so cosa dire di questo rapporto, una parte di me è stata ed è innamoratissima di questo uomo, un’altra parte è stanca, perchè è ossessivo, possessivo, non ho i miei spazi, mi sento mancare l’aria, non ho un lavoro e mi sento dipendente da lui, e questo mi fa stare male, non riesco a trovare un lavoro che mi dia un minimo di autonomia e mi faccia sentire libera, autonoma, indipendente. Non so se riesco con le mie parole a farti capire lo stato di ansia che sto vivendo…… E avolte tutto mi sembra un’incubo.

    • Silvia Paola scrive:

      Aloha Paola sappi che ti comprendo completamente. Pulisci con l’intento di ricevere l’ispirazione per come renderti – inizialmente almeno in parte – indipendente, questa è la prima faccenda pratica importante in una relazione ‘incondizionata’… E intanto fai il punto di te, della tua situazione e di quello che intendi per una vita gioiosa e buona per te, e poi lascia andare e pulisci per ricevere, come un’antenna, senza condizionamenti. Ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie

  • lucia scrive:

    Ti seguo sempre con attenzione Silvia Paola, oggi leggendo quest’articolo mi sono commossa… per diverse cose; apprezzo positivamente ma ne sono quasi stupita della semplicità e facilità con cui “metti a disposizione” di tutti lettori la tua esperienza, la tua vita, direi la tua anima; mi commuovo anche ritrovando me stessa in parte delle tue vicissitudini, nell’evolverti, nel cercare l’essenza di te stessa in ciò che fai, nelle relazioni vissute; un lungo cammino che io non ho, a differenza di te, concluso nella pienezza di una relazione di coppia alla quale anelo e cerco esattamente come hai fatto tu. Sento il passo incerto, continuo ad avere qualche aspettativa, a cercare di essere me stessa fondamentalmente e completamente. Hai proprio ragione a mettere in guardia da ciò che forse troppo facilmente passa per amore… Noi vorremmo che fosse ma non sappiamo amare, è difficile amare incondizionatamente e senza aspettative e non conosciamo il vero amore. Nel mio cammino di consapevolezza e apertura e fiducia, sono cresciuta molto e ho voluto cercare le profondità di me. Ho sofferto prima durante e ancora… Non credo certo alla fine della sofferenza in assoluto dal momento che ciò che è, è in quanto è anche il suo opposto; quello che cerco di dire è che sto ancora percorrendo la salita dove ogni tanto trovo ristoro, radura, riparo… ma non è finita e conosco bene quei dolori allo stomaco e fisici, alla schiena, alle ginocchia. Ora so bene la loro causa e tuttavia sapere non è sapere agire nel meglio, per…
    Ho affinato il mio ascolto, sento a volte in modo incredibile ciò che emetto e ciò che risuona in me, sento e mi accorgo della risonanza che produco; sono spesso solo attimi, brevi momenti che mi intimoriscono perfino… Posso dire di essere contenta di me, di tutto ciò che ho fatto e cerco di fare, ciononostante vivo profondi momenti di buio e ansia, non riesco a vedere una vera evoluzione delle mie relazioni più importanti, non riesco a perseguire forse la fondamentale del mio essere costi quel che costi, divisioni, rinunce, conclusioni. Vedo a volte, come in un film i miei giorni che scorrono e li vorrei diversi, un senso di scontentezza, forse incapacità, remore, educazione ecc. mi avvolge… e la paura della solitudine.
    Concludo questa mia poichè mi accorgo che sostanzialmente è uno sfogo, un rimuginare le cose che non vanno e ciò non mi porterà molto lontano. Ti ringrazio per il prezioso contributo che offri, donando la tua esperienza positiva. Ti ringrazio, anche della attenzione che hai dato a questa lettura. Mi dispiace, perdonami,grazie, ti amo. Lucia

    • Silvia Paola scrive:

      Lucia cara, carissima… io non so se c’è un viaggio già tracciato, in piccola parte credo di sì perché ognuno ha una propria radice originale, oltre che valanghe di memorie e ricordi. Ti posso dire che io non avrei mai pensato di trovare il (mio) lago di quiete in me, non c’erano presupposti a mio sentire, il mio fondo di disperata razionalità era immenso e senza consolazione, letteralmente senza fondo.. A un certo punto, dopo qualche anno di costantissima pulizia con Ho’oponopono – e tanti tanti anni di corsi, letture e seminari di tutti i tipi – è ‘accaduto’, come ho spiegato approfonditamente in diversi testi. La pulizia quotidiana è fondamentale, e altrettanto il lasciar andare, che è molto più ampio di quello che possiamo immaginare, e l’una si nutre dell’altro.

      La risonanza con l’oltre quando parte non si ferma più, e la pulizia da aerea diventa concreta, portando la nostra azione in sincrono sul piano terreno, il posto che ora ci riguarda. Abbi fiducia in te e sappi che la tua predisposizione analitica ti sarà utile in altri contesti appena arriva l’input che scardina il grosso delle memorie, che vanno pulite comunque sempre.

      Sei una bellissima anima che sta facendo un immenso lavoro, per te e per il tutto. Ti abbraccio forte e pulisco con te. Ti amo, mi Dispiace, Perdonami, Grazie.

  • luigi scrive:

    Grazie per quello che scrivi! Sei di grande aiuto per me.Sicuramente, risolvero’ dei problemi che mi attanagliano grazie al tuo racconto di storia vissuta.W ho’oponopono.Grazie SAYA. Ti amo mi dispiace perdonami.

    • Silvia Paola scrive:

      Dolcissimo Luigi grazie a te, e che ogni bene sia sempre con te e tutto ciò che è nella tua esistenza. E così adesso è fatto! Ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie.

  • Marisa scrive:

    Buongiorno Silvia molto bello e intenso quello che hai scritto mi sono molto rivista in te sotto certi aspetti soprattutto quando dici che pensavi agli e nn a te. …be anch’io sono stata e forse lo sono ancora ma molto meno così e vorrei cambiare come hai fatto tu ma su alcune cose ho paura. Ti auguro una buona giornata Marisa

    • Silvia Paola scrive:

      Aloha a te cara Marisa
      l’importante è sapere, vedere e agire in noi stessi e questo farà in modo che agiamo naturalmente anche all’esterno. Ti auguro che la pace dell’io sia in te e tutto intorno a te, ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie.

  • luana scrive:

    grazie per tutto quello che ho imparato da voi,sono arrivata a stare bene con me stessa,a vivere nella gratitudine e nell’armonia, ho lavorato molto su me stessa, per poter superare tutte le delusioni che gli uomini mi hanno procurato, ho imparato a volermi bene, amarmi, accettarmi, perdonarmi,e a vivere senza aspettative ringraziando, prima vivevo sempre in attesa di qualcuno che mi volesse bene,di ricevere amore, che non arrivava mai, e le delusioni si sommavano alle altre ,adesso vivo il presente con gratitudine, mi dispiace,perdonami,grazie,ti amo

    • Silvia Paola scrive:

      Cara Luana grazie grazie grazie grazie grazie, perchè le tue parole sono consapevolezza in pratica! Grazie ti amo e ti amiamo.

  • Paolina scrive:

    Grazie Silvia, per questa tua”testimonianza”che mi ha dato la certezza che ciò che vivo ed ho vissuto ponendomi infinite domande sui perché di molte situazioni, è la strada che mi sta portando a trovare veramente ME!
    Mi dispiace, Perdonami, Grazie, Ti amo!

    • Silvia Paola scrive:

      Paolina semplicemente ti amo, mi dispiace, perdonami, grazie, con tutto il cuore!

  • Christophe scrive:

    Cara Silvia … Sei la Meraviglia che ho’ nel Cuore … Un Rimbombo di Onestà Trasparente … Senza alcun Bisogno di Conoscerci ci Sappiamo … Ci Sentiamo … E’ L’Omaggio piu’ Bello che Mai ho’ Ricevuto nella Mia Vita … Sono in Piena Tormenta da Oramai 4 Anni … Grazie a Tutto il Lavoro che ho’ Svolto su mé Stesso sono Riuscito a Smuovere Molte cose … Penso Davvero Essere Giunto al Dunque … Sto’ Scacciando le Mie Paure … Sto’ Lottando con Esse … Non é Cosa Semplice essere Felici … Quando lo si é Attraverso la Felicità Altrui … Sto’ Continuando a Rimettere Ogni Cosa a Suo Posto … Ho’ Ormai Identificato la Causa di Tutto … Continuo a Ripulirmi … Tenendo la Tua Preziosa Mala ed Attraendo Persone che qui in Francia mi Chiedono venendo a Mé Come Fare per Stare Bene … Oggi Stesso Portando il Furgone che mi é Servito a Ritraslocare mi Auguro per Breve Tempo … Ho’ Incontrato due Simpaticissime Creature Femminili alle Quali ho’ Invitato ad Acquistare … La Paix Commence par Vous … Ne sono Rimaste molto Entusiaste e Mi Hanno Chiesto di Mandare loro un Mail … Te lo Giro Qui in Questo Spazio …( A L’Attenzione di Deborah e Tila … Re Bonjour … La Culture Hawaienne de Ho’ Oponopono … Nous fais Réapprendre a nous Respecter et Aimer … Et Vous Sert a Comprendre le Pourquoi! du Pourquoi? Le livre que je vous ai indiqué c’est … La Paix Commence par Vous … De Josaya … Vous le Trouverez sur Amazone … Mon Profil Facebook c’est Ciccarelli Christophe … Mon Groupe c’est Legge d’Attrazione e Ho’Oponopono … Je reste à Votre Disposition pour Toute Information … Commencer par se Netoyer le Coeur c’est Très Important … Ho’Oponopono vous l’Apprend après il i à un Livre qui s’Appelle The Secret … Mais Si on ne Discipline pas Notre Cœur avant l’Attraction … La Loi de l’Attraction ne fonctionne pas comme nous le désirons … Saint Exupery l’avais compris … L’Essentiel est invisible aux Yeux … On ne Voit Bien qu’avec Le Cœur … Recevez Toutes Mes Salutations … Tout est Parfait dans la Vie … ) … Volevo solo con Questo Testimoniarti la Mia Felicità nel Saperti nel Moi Cuore … E Ringraziarti per il Tuo Prezioso e Indispensabile Grande Cuore … Ti Adoro … Semplicemente Io … Christophe … Il MonellHo’Oponopono … <3

    • Silvia Paola scrive:

      Caro Chris Amico mio, grazie di questo messaggio… e grazie della tua presenza anche qui.

      Il bello del nostro viaggio comune è che è in onda da prima che ci incontrassimo e conoscessimo… Ti amo e ti ringrazio per l’impegno e per la risonanza che porti nel mondo, e anche della trasparenza su tutti i livelli che insieme cerchiamo senza sosta, perchè è la risorsa più preziosa che possiamo regalare a noi stessi, per poterla testimoniare al mondo attraverso il nostro esistere senza aspettative nè condizioni, ma con pulizia, chiara visione e azione.

      Ti Amo, mi Dispiace, Perdonami, Grazie ღ
      je t’aime, je suis désolé, je demande pardon, je te remercie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AMORE da conquistare e con cui stare








 VUOI PARTECIPARE AL PROSSIMO WEBINAR HO’OPONOPONO?

è mensile e gratuito!

Iscriviti alla nostra mailinglist per ricevere tutte le info sui webinar Ho’oponopono e scarichi subito l’omaggio di benvenuto: l’anteprima di Pulisco Vedo e Agisco – Ho’oponopono postmoderno.

Riceverai tutte le news e l’accesso al webinar mensile gratuito in diretta dalla Casa 108.

Potrai cancellarti dalla mailinglist in qualunque momento con un semplice clic.

EM Microrganismi Effettivi

Pulisco Vedo e Agisco

il mio Ho’oponopono

Mala 108 grani

Amore da conquistare

Lui Sa nel Grande Disegno

La perfetta pulizia di Ho’oponopono

Meditazione del Bosco Interiore

Libro consigliatissimo

Al Posto Tavola dell'Anima
Il cibo è un nostro prezioso amico che ci può aiutare a scoprire parti di noi ancora inesplorate
€ 11

Archivio

Visualizzazione guidata a 432hz

Meditazione guidata

Coaching con me

Armonizzarsi è connettersi, collegarsi al Tutto.

Bruno Groening

Sessione Ho’oponopono di coppia

Cerchio d’Amore

L’amore non è una passione. L’amore non è un’emozione. Non solo. L’amore è una comprensione profonda del fatto che in qualche modo l’altro ti completa. Qualcuno che ti rende un Cerchio perfetto. La presenza dell’altro rinforza la tua presenza. L’amore dà la libertà di essere se stessi, e amare davvero è volere il Bene dell'amato quanto il proprio.

Il mio sito principale

ℒℴ√ℰ ♡

ℒℴ√ℰ ℳ ﻉ ♡